Giovanni Conti Zanocco

Forse è poesia

Divagazioni serie di un tecnico anomalo

La sera del 10 febbraio 2014 vengo investito a Pavia. Due giorni dopo, quasi ad esorcizzare la paura di quello che poteva drammaticamente accadere, scrivo di getto la mia prima “poesia”: Esserci ancora. Da allora ho iniziato a comporre pensieri seri e scherzose sensazioni. Non chiamatemi poeta... ma se lo fate non mi offendo.

Categoria: Poesia
Dicembre 2016 - 80 pagine - € 10,00

ISBN: 978-98832-44-6

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram